Sposiparma.it

 

 
 
 
 
• Cerca per
  Categoria

• Aggiungi la tua
  Azienda

• Pubblicità su
  Fidenza Web

• Cerca un'Azienda

 Altri Siti
 

Quali differenze fra omeopatia e fitoterapia?

Omeopatia

L’omeopatia è una pratica della medicina alternativa sempre più abbracciata dagli italiani. Basta pensare che negli ultimi quindici anni il numero di pazienti che si sono affidati all’omeopatia è cresciuto del 65 per cento - l’Italia è il terzo mercato europeo dopo Germania e Francia. Usata soprattutto per trattare i piccoli malanni di stagione, come influenze, tossi, raffreddori e allergie, l’omeopatia è spesso confusa con la fitoterapia. A indurre in errore è il fatto che sia l’omeopatia che la fitoterapia traggono dalla natura i loro rimedi. Ma qui già finiscono le somiglianze, perché gli "ingredienti" tipici dei prodotti omeopatici provengono dal mondo vegetale, ma pure da quelli animale e minerale, a differenza della fitoterapia, che contempla sostanze di sola origine vegetale.

Altra differenza. L’omeopatia fonda la sua teoria sul cosiddetto principio di similitudine. In poche parole, secondo i principi omeopatici, al paziente deve essere somministrata in dosi infinitesimali la stessa sostanza che, se assunta in quantità maggiore, provocherebbe la malattia. Nei preparati omeopatici, la sostanza di partenza, vegetale, animale o minerale che sia, viene diluita in acqua e dinamizzata, ovvero agitata con forza. Nei fitoterapici la sostanza naturale è sempre presente in chiave ponderale, ossia almeno nell’ordine di qualche milligrammo.

Per principi e ingredienti, la fitoterapia è assai più simile alla medicina tradizionale, anche se da questa differisce per l’uso esclusivo di materie prime di origine naturale, ossia gli estratti delle piante, al contrario dei preparati della medicina classica, ottenuti da sintesi di laboratorio. Queste poche differenze dimostrano come l’omeopatia sia distante tanto dalla fitoterapia quanto dalla medicina tradizionale.

I vantaggi dell’omeopatia
A differenza dei medicinali comuni, l’omeopatico non prevede alcun effetto collaterale per l’organismo del paziente. Non esiste alcun pericolo di sovradosaggio, né di assuefazione o di alterazione dei sensi. Tutti i prodotti omeopatici sono facili da assumere e assicurano un’alta tollerabilità, il che fa sì che siano adatti anche per bambini, anziani, donne in gravidanza e per tutte le persone intolleranti verso i medicinali di sintesi. Infine, la guarigione ottenuta con l’omeopatia è autentica, perché la disciplina propone un approccio olistico. In altre parole, l’omeopatia cura la persona, non solo il sintomo della malattia.

Dove acquistare i prodotti omeopatici
In farmacia o in parafarmacia. O su Internet. Sono sempre più numerosi i negozi online specializzati nella vendita di rimedi omeopatici. Fra questi è disponibile Parafarmacia Polo, l’e-commerce con centinaia di omeopatici e fitoterapici per il trattamento di qualunque disturbo, dal raffreddore alla menopausa.
Una raccomandazione: prima di assumere qualsiasi prodotto, affidati alla consulenza di un medico omeopata.


Web Design by Cities Web. This Page is © Cities Web.
All rights reserved Cities Web 06/2000.